Enza Meli rieletta presidente dell’ADOC, continua la lotta al caporalato

Enza Meli, segretaria generale della Uil di Catania, è stata confermata presidente provinciale dell’Adoc. L’hanno eletta i delegati al congresso dell’associazione dei consumatori, al quale ha partecipato il presidente nazionale Adoc Roberto Tascini assieme a Luigi Ciotta, che guida l’Adoc Sicilia, e al segretario generale della Uila Sicilia, Nino Marino. “L’Adoc Catania negli ultimi quattro anni si è particolarmente distinta per una puntuale ed efficace tutela e assistenza legale dei consumatori e per un’intensa attività sul territorio, in particolare nel contrasto ad ogni forma di caporalato, proponendo anche la creazione di un marchio di qualità (Buono E’ Legale, ndr) per le aziende che rispettano la legge e i lavoratori “, – ha dichiarato Roberto Tascini

Enza Meli ha sottolineato come “l’Adoc rappresenti uno strumento straordinario per dare concretezza a principi e valori del Sindacato del Popolo creando una rete di protezione sempre più necessaria ai cittadini”, ha ricordato il successo del convegno “Siamo uomini o caporali” organizzato proprio a Catania dall’associazione assieme a Uil e Uila. La segretaria generale Uil e presidente provinciale Adoc ha rilanciato l’appello ai consumatori “perché decidano le sorti della battaglia di civiltà contro lo sfruttamento della manodopera usando l’arma efficacissima e non-violenta dell’acquisto consapevole”.

Eletti anche i componenti dell’esecutivo: Enza Meli, presidente, Maria Pina Castiglione, vicepresidente, Antonio Longhitano, tesoriere. Pippo Camarda, coordinatore territoriale per le politiche di orientamento e difesa dei consumatori, Giuseppe Carta, Gaetano Corbino, Cristina Costanzo, Gaetano Di Mauro, Carmela Domicolo, Pamela Farinato, Susi Laura Faruggia, Maria Grazia Germanà, Placido Giardina, Giuseppe Gullotto, Sandro Leanza, Nino Marino, Gino Prestianni, Rosa Pappalardo, Salvatore Pinzone Vecchio, Roberto Prestigiacomo, Tiziana Re, Alfio Sambataro, Valentina Saporito, Graziana Scandurra, Concetto Sicali, Francesco Siciliano, Graziella Trovato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *