Obsolescenza programmata, maxi multa per Apple e Samsung

 

L’Antitrust, a seguito di due complesse istruttorie, ha accertato che sia Apple che Samsung hanno realizzato pratiche commerciali scorrette in violazione degli artt. 20, 21, 22 e 24 del Codice del Consumo in relazione al rilascio di alcuni aggiornamenti del firmware dei cellulari, che hanno provocato gravi disfunzioni e ridotto in modo significativo le prestazioni.

Si tratta del primo caso di una condanna ad aziende per obsolescenza programmata, una decisione storica ed unica nell’intero panorama internazionale.

Secondo l’Authority, Apple e Samsung hanno indotto i consumatori ad installare aggiornamenti su dispositivi non in grado di supportarli adeguatamente, senza fornire adeguate informazioni in merito, né alcun mezzo di ripristino delle originarie funzionalità dei prodotti.

Alle due imprese sono state così inflitte sanzioni pecuniarie. Entrambe le imprese dovranno inoltre pubblicare sulla pagina in italiano del proprio sito internet una dichiarazione rettificativa che informi della decisione dell’Autorità con il link al provvedimento di accertamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *