Energia solare: ecco come utilizzarla al meglio

Durante la stagione estiva chi ha installato degli impianti fotovoltaici sa che accumulerà parecchia energia elettrica. A contribuire nel processo, sono le poche precipitazioni, a differenza di altre stagioni come l’inverno, dove si ha più gelo o nebbia e minori ore di luce.

Per far sì che i pannelli solari vengano sfruttati al massimo, è importante scegliere l’orientamento ideale, che è a sud; poiché a nord si perderebbe circa la metà della produzione di energia. Inoltre una prima idea può essere quella di impiegare delle batterie di accumulo, così da accumulare l’energia autoprodotta durante il giorno per poterla sfruttare la sera. Attraverso il fotovoltaico con accumulo si vanno a ridurre i consumi e i costi fissi, senza effettuare sprechi o inquinare l’ambiente perché si potrà disporre di energia pulita e sostenibile al momento del bisogno.

Altro metodo gettonato è il cosiddetto scambio sul posto dove una parte dell’energia accumulata durante il giorno, può essere scambiata. A chi lo compie viene riconosciuto un contributo economico, che prevede il rimborso di alcuni costi sostenuti nel momento in cui si estrae energia dalla rete, i quali verranno calcolati a fine anno considerando tutte le azioni effettuate nel corso dello stesso in termini di prelievo o di immissione.

In particolari condizioni climatiche i pannelli fotovoltaici possono subire danneggiamenti, come ad esempio l’eccessivo calore, che potrebbe verificare il fenomeno conosciuto come dilatazione termica, che incide sui sistemi meccanici dell’installazione. Durante l’inverno, al contrario, possono sussistere condizioni di irraggiamento. Dunque, per evitare le problematiche, basta effettuare con periodicità alcune manutenzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *