Scuola, studio in digitale

Secondo i dati raccolti attraverso i sondaggi, il 79% degli insegnanti ritiene che   il digitale sia   diventato   ormai uno strumento indispensabile per l’attività didattica e sia quindi pronto a mantenere il suo posto all’interno delle aule.

Negli ultimi due anni, infatti, gli insegnanti hanno dovuto approfondire le proprie competenze digitali applicate alla didattica, sia dal punto di vista tecnologico che pedagogico.

Non si ignorano però le problematiche riscontrate nell’ultimo biennio, come il digital divide, da affrontare e da vincere per un insegnamento digitale più inclusivo.

Con l’espansione del digitale   all’interno delle aule italiane si è assistito anche all’utilizzo di giochi e piattaforme ludiche come strumenti per l’apprendimento. Ciò sarà una preziosa opportunità per riuscire a mantenere motivati gli studenti ed individuare gli stimoli più adatti alla classe. Secondo gli esperti, inoltre, possono rivelarsi utili strumenti per l’apprendimento linguistico.

L’obiettivo finale è quello di sviluppare connessioni positive tra studenti e insegnanti e, allo stesso tempo, evitare i potenziali danni correlati all’utilizzo dei dispositivi e delle piattaforme, come distrazione e iperconnessione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *